Regole del Trading: Vendi quando il mercato sale, compra quando il mercato scende.

Crash del Bitcoin? Ecco le notizie che influenzano negativamente e positivamente l'andamento della moneta virtuale!
Crash del Bitcoin? Ecco le notizie che influenzano negativamente e positivamente l’andamento della moneta virtuale!
26 Gennaio 2022
Cos'è Fantom (FTM)? - Info e VIDEO by Maxx Mereghetti
Cos’è Fantom (FTM)?
9 Febbraio 2022
Show all

Regole del Trading: Vendi quando il mercato sale, compra quando il mercato scende.

Regole del Trading Vendi quando il mercato sale, compra quando il mercato scende.

Regole del Trading: Vendi quando il mercato sale, compra quando il mercato scende. Non c’è carenza di letteratura finanziaria su quando comprare un’azione, ma anche determinare una strategia per tenere o vendere un’azione è importante.

Gli investitori devono considerare diversi fattori prima di comprare o vendere un investimento, incluso quanto rischio sono disposti a correre e quando avranno bisogno del denaro.

In altre parole, gli investitori dovrebbero avere un piano finanziario che delinea i loro obiettivi finanziari e di investimento a breve e lungo termine. Questo articolo esaminerà alcuni dei fattori per quando e perché gli investitori potrebbero vendere un’azione.


Capire quando vendere o tenere un investimento

Sapere se tenere un’azione o venderla può essere una decisione difficile. Non esiste una strategia universale e unica per vendere un’azione. Invece, dipende dalla strategia di investimento del singolo investitore basata su molti fattori, tra cui la tolleranza al rischio, l’orizzonte temporale e gli obiettivi finanziari.

Se un investitore non è sicuro di come sviluppare tale strategia, dovrebbe informarsi o contattare un professionista finanziario che lo aiuti a sviluppare un piano d’investimento che corrisponda ai suoi obiettivi finanziari. Di seguito sono riportati alcuni dei motivi per cui gli investitori potrebbero vendere un’azione.

Orizzonte temporale

Un investitore deve determinare il proprio orizzonte temporale prima di acquistare azioni o qualsiasi tipo di investimento. Se un investitore ha un orizzonte temporale a lungo termine, può probabilmente cavalcare le correzioni o le flessioni del mercato. Tuttavia, se il denaro è necessario a breve termine, come meno di uno o due anni, gli investitori avranno probabilmente una strategia diversa per tenere o vendere il loro investimento.

Ogni investitore avrà anche un diverso obiettivo finanziario, a seconda della sua età e di quando ha bisogno dei suoi soldi. Se un investitore ha 25 anni, potrebbe tenere i suoi investimenti per diversi anni. Al contrario, se un investitore è un pensionato o vicino alla pensione, probabilmente avrà un orizzonte temporale più breve, in particolare se ha bisogno di denaro per il reddito da pensione.

Tolleranza al rischio

La tolleranza al rischio è il livello di rischio che un investitore è disposto a correre per ogni investimento. Alcuni investitori rinunceranno a un tasso di rendimento significativo per ottenere un rischio inferiore. Per esempio, i Treasuries statunitensi sono considerati beni privi di rischio finché sono tenuti fino alla loro scadenza o data di scadenza. In cambio, agli investitori viene pagato un tasso di interesse.

Tuttavia, i Treasuries statunitensi probabilmente sottoperformano gli investimenti azionari. Un investitore con una tolleranza al rischio più alta probabilmente metterebbe i suoi soldi in azioni, come un fondo indice che segue l’S&P 500. Comprendendo la tolleranza al rischio, gli investitori possono sviluppare una strategia su quali tipi di azioni comprare, quanto denaro destinare alle azioni rispetto alle obbligazioni, e quando comprare, vendere e tenere i loro investimenti.

Comprare e tenere

Se gli investitori stanno tenendo un investimento per il breve termine o meno di un anno, potrebbero vendere le azioni non appena si ottiene una plusvalenza o quando hanno bisogno di contanti. Tuttavia, una popolare strategia a lungo termine è chiamata strategia buy-and-hold, che è una strategia di investimento passivo in cui un investitore compra azioni e le tiene per un lungo periodo di tempo.

Gli investitori “buy and hold” sono meno preoccupati delle fluttuazioni a breve termine nel mercato azionario. Gli investitori “buy and hold” scelgono tipicamente le azioni sulla base dei fondamentali finanziari a lungo termine di una società, come le entrate o il potenziale di profitto dell’azienda.

Motivi per vendere un’azione

Di seguito ci sono alcuni fattori chiave da considerare quando si prende una decisione di investimento per vendere un’azione.

Aggiustamento del portafoglio

Una ragione comune per vendere azioni è quella di aggiustare un portafoglio. Ci sono molte ragioni per cui un portafoglio potrebbe diventare sbilanciato o inappropriato per i vostri obiettivi d’investimento. Questo potrebbe essere dovuto a un evento della vita, come un matrimonio, un divorzio, un pensionamento, la nascita di un bambino, o semplicemente una concentrazione accidentale di capitale in un settore.

Liberare il capitale

Gli investitori vendono anche investimenti per liberare il loro denaro o capitale. Il denaro potrebbe essere necessario per fare un acconto su una casa, finanziare un nuovo business, pagare le spese mediche o prendere una vacanza.

Cambiamento dei fondamentali

A volte gli investitori possono aver bisogno di vendere un titolo quando i fondamentali della società cambiano in peggio. Per esempio, gli investitori possono iniziare a liquidare la loro posizione se i guadagni trimestrali di una società sono in costante diminuzione o se le prestazioni sono scadenti rispetto ai suoi colleghi del settore.

Costo di opportunità

Gli investitori potrebbero vendere un’azione se si determina che altre opportunità possono ottenere un rendimento maggiore. Se un investitore detiene un titolo sottoperformante o in ritardo rispetto al mercato generale, potrebbe essere il momento di vendere quel titolo e mettere il denaro a disposizione in un altro investimento. Gli investitori devono anche considerare l’orizzonte temporale per quanto tempo vogliono tenere un’azione, poiché una partecipazione a lungo termine che restituisce poco può essere un costo di opportunità.

Cambio di proprietà o fusione

A volte può avere senso vendere un’azione se una società è stata acquisita o si fonde con un’altra società. Molte volte il prezzo delle azioni può aumentare drasticamente se viene acquisita per un premio significativo. Di conseguenza, gli investitori possono vendere le azioni dopo la fusione. Tuttavia, è importante determinare se i fondamentali dell’azienda sono migliori dopo la fusione o l’acquisizione e, in caso contrario, potrebbe essere il momento di vendere e mettere i soldi altrove.

Decidere quali azioni vendere

Prima di vendere, è importante considerare quali azioni saranno vendute per prime perché possono avere un impatto sulla tua situazione fiscale. In genere, un’azione che viene venduta è fatta sulla base del primo entrato, primo uscito (FIFO), a meno che non sia indicato diversamente.

Per esempio, diciamo che hai comprato 50 azioni di una società ogni anno e nel corso di quattro anni hai pagato rispettivamente 10, 15, 20 e 15 dollari per azione. Improvvisamente, avete bisogno di soldi per un’emergenza e il titolo viene scambiato al massimo storico di 25 dollari per azione.

Se decidete di vendere 50 azioni, tipicamente, le azioni del primo anno a 10 dollari per azione verrebbero vendute. Se si volesse tenere quelle azioni, è possibile selezionare quali azioni vendere nel momento in cui si effettua l’ordine di vendita. In altre parole, si possono selezionare le azioni per le quali si è pagato di più (20 dollari), il che può ridurre l’ammontare della plusvalenza e, di conseguenza, l’ammontare delle tasse pagate.

Naturalmente, se vendeste le azioni con il prezzo di acquisto di 20 dollari per 25 dollari, avreste realizzato solo un guadagno di 5 dollari per azione. Se il prezzo delle azioni cade di nuovo a 15 dollari, si sarebbe perso il guadagno di 15 dollari per azione sulle azioni acquistate il primo anno per 10 dollari per azione.

BVORRESTI SAPERNE ALTRO?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

14 − 10 =